Approfondimenti sulle& tariffe commerciali nordamericane

Rimani aggiornato sulle ultime notizie, approfondimenti, prospettive e risorse dei nostri esperti doganali e di politica commerciale.

Per mettere a disposizione del nostro pubblico globale gli approfondimenti sul mercato nel modo più tempestivo possibile, ci affidiamo alle traduzioni automatiche dall'inglese.

Prospettiva & tariffaria commerciale di questa settimana

25 maggio 2022 | Monica DeMars Responsabile senior della conformità

  semi driver che controlla un'app su un tablet 

Una settimana di analisi della conformità

In una settimana, le cose possono cambiare rapidamente nel campo della conformità doganale. Attualmente sono in atto cambiamenti chiave nel settore di cui dovete essere a conoscenza per poter gestire e mitigare i rischi nella vostra catena di fornitura.

Sezione 301 Tariffe alla Cina

Riuscite a credere che siamo a quattro anni di "guerra commerciale" con la Cina? Si tratta di un dato significativo per l'industria statunitense, poiché un terzo delle transazioni doganali degli Stati Uniti ha origine in Cina e due terzi dei prodotti in valore sono coperti da queste stesse tariffe. Gli importatori degli Stati Uniti hanno pagato un'ulteriore tariffa dal 7,5 al 25% per un periodo più lungo del previsto. Gli Stati Uniti sono alle prese con motivazioni industriali contrastanti, legislazioni contrastanti (USICA e The Competes Act) e ora crescono le preoccupazioni per l'inflazione.

Attualmente, l'U.S. Trade Representative (USTR) sta lavorando ad una revisione statutaria dell'efficacia di queste tariffe rispetto agli obiettivi che avevamo originariamente delineato. Il periodo di commento per la revisione legale è ora aperto. Sarà opportuno seguire da vicino gli sviluppi di questa vicenda tra il Congresso e la Casa Bianca (USTR) nel corso dell'estate. Le tariffe rimarranno? La portata cambierà? Cosa succederà alle esclusioni?

Lavoro forzato

La Customs and Border Protection (CBP) ha recentemente emesso più di 2.000 lettere agli importatori che importano merci dalla Regione Autonoma Uigura dello Xinjiang (XUAR) che potrebbero essere soggette alla legge sulla prevenzione del lavoro forzato degli Uiguri (UFLPA). Queste lettere invitano gli importatori a essere proattivi e a rivedere attentamente le loro catene di approvvigionamento per garantire che le merci o i materiali non provengano dalla XUAR in violazione dell'UFLPA. Gli importatori devono "applicare la dovuta diligenza, un'efficace tracciabilità della catena di approvvigionamento e misure di gestione della catena di approvvigionamento", si legge nelle lettere, "per garantire che tali importazioni siano prive di beni estratti, prodotti o fabbricati interamente o in parte con lavoro forzato".

Il 21 giugno si avvicina la scadenza per l'applicazione della legge. Quando l'UFLPA entrerà in vigore, la legge presumerà che le merci provenienti dallo XUAR siano prodotte con il lavoro forzato e quindi ne sarà vietata l'importazione.

Venerdì 20 maggio, il CBP ha pubblicato un documento di confronto sull'applicazione tra Uyghur Forced Labor Prevention Act e l'attuale Forced Labor Withhold Release Order Enforcement | U.S. Customs and Border Protection Preview (cbp.gov).

Il CBP ha offerto agli importatori e all'industria l'opportunità di partecipare ai prossimi webinar su una panoramica dell'UFLPA il 1° giugno, il 7 giugno e il 16 giugno 2022. Si prevede che il CBP fornisca agli importatori una guida scritta sui requisiti relativi alla dimostrazione che le loro merci non sono state prodotte con il lavoro forzato.

Gli importatori non dovrebbero concentrarsi solo sulla tracciabilità della loro catena di approvvigionamento per i prodotti finiti che escono dalla RAS, ma anche sui fattori produttivi fabbricati nella RAS ma spediti in altre località per l'assemblaggio finale dei beni.

I seguenti prodotti rappresentano le merci più esportate dalla XUAR nel 2019.

Prodotto Valore dell'esportazione % delle esportazioni totali
Abbigliamento $4.49B 25.4%
Calzature $1.81B 10.2%
Macchine e attrezzature elettriche $1.6B 9.1%
Altre macchine (ad esempio, apparecchi meccanici) $1.15B 6.6%
Giocattoli e attrezzature sportive $971M 5.5%
Plastica $747M 4.2%
Veicoli (esclusi quelli ferroviari) $712M 4.0%

Fonte: "Regione autonoma dello Xinjiang Uygur", Osservatorio della complessità economica, 2019.

Importazioni di alluminio e acciaio

Il CBP ha emesso un promemoria per gli importatori riguardo ai requisiti per la licenza di monitoraggio delle importazioni di alluminio (AIM). Sia il "Paese di maggiore fusione" che il "Paese di seconda fusione" dovranno essere dichiarati all'ingresso in dogana a partire dal 29 giugno 2022. La dichiarazione "sconosciuto" non sarà più accettabile. Per evitare ritardi, gli importatori devono assicurarsi che queste informazioni siano disponibili prima dell'esportazione delle merci dall'origine e comunicare proattivamente con il proprio spedizioniere doganale.

Importazioni di cibo

A partire dal 24 luglio 2022, la Food and Drug Administration (FDA) statunitense richiederà a tutti gli importatori di prodotti alimentari di dichiarare il proprio numero DUNS (Data Universal Numbering System) per le importazioni di prodotti alimentari soggette al Food Supplier Verification Program (FSVP). Assicuratevi che le vostre entrate non subiscano ritardi nell'elaborazione, fornendo al vostro intermediario doganale il numero DUNS corretto se attualmente dichiarate "UNK" per sconosciuto.

Servizi veterinari APHIS

A partire dal 31 maggio 2022, i Servizi Veterinari dell'Animal and Plant Health Inspection Service (APHIS) richiederanno la presentazione di tutte le domande di autorizzazione nuove e di rinnovo per animali vivi e prodotti di origine animale, organismi e vettori, attraverso il sistema di file elettronici dell'APHIS. Il CBP ha fornito ulteriori indicazioni dall'agenzia con un servizio di messaggistica dei sistemi di carico , che descrive in modo più dettagliato i requisiti per le richieste di rinnovo dei permessi .

Sebbene questi argomenti commerciali sembrino non correlati, il CBP e le Agenzie governative partner portano avanti il tema dell'applicazione continua delle norme e di maggiori requisiti di dati per importare negli Stati Uniti.

Iscrivetevi ai nostri Avvisi ai clienti e agli Approfondimenti su commercio e tariffe per essere avvisati quando vengono apportate modifiche a questi e ad altri importanti argomenti. Per saperne di più, contattate uno dei nostri esperti di politica commerciale.

Risorse


Le nostre informazioni sono raccolte da una serie di fonti che, al meglio delle nostre conoscenze, sono accurate e corrette. È sempre intenzione della nostra azienda presentare informazioni accurate. C.H. Robinson non si assume alcuna responsabilità per le informazioni pubblicate nel presente documento.

Scopri tutte le informazioni di mercato

Rivedi le prospettive recenti

warehouse employees looking at a clipboard with freight boxes

Hai domande relative al commercio o alle tariffe?

Resta aggiornato con le notifiche settimanali via e-mail sul commercio e le tariffe

Grazie per esserti registrato per ricevere gli aggiornamenti commerciali e tariffari di C.H. Robinson. Leggi la nostra informativa sulla privacy globale..

Risorse & tariffarie commerciali

Ricevi le ultime notizie sulle tariffe e sugli scambi commerciali che possono influire sul tuo business. Scomportiamo le variabili dei recenti cambiamenti in sintesi semplici ed efficaci che è possibile utilizzare per comprendere meglio la politica commerciale e l'ambiente di applicazione in continua evoluzione e spesso complicato.

Risorse sull'USICA

La United States Innovation and Competition Act (USICA) è stata approvata dal Senato degli Stati Uniti nel giugno 2021 per contrastare la crescente influenza della Cina nell'ambito della scienza, della tecnologia e della produzione avanzata.

Cosa comprende il disegno di legge

Le componenti principali del disegno di legge includono gli investimenti nella produzione nazionale di "settori strategici" come i chip per i computer ed i DPI.

Vi è incluso anche il Trade Act del 2021, che ripristinerebbe alcune esclusioni alla sezione 301. Inoltre, in base all'USICA, gli importatori dei prodotti appartenenti al Sistema di Preferenze Generalizzate (SPG) potrebbero essere rimborsati retroattivamente per determinati dazi versati e non dovranno più pagare dazi e tariffe sulle importazioni nel SGP fino al 1 gennaio 2027, quando l'SGP scadrà nuovamente.

L'USICA, inoltre, avrebbe rinnovato il programma del Miscellaneous Tariff Bill (MTB) fino al 31 dicembre 2023, con effetto retroattivo da quattro mesi prima dell'emanazione del disegno di legge, fornendo riduzioni e sospensioni temporanee delle tariffe per alcune importazioni negli U.S.A.

Determinate il potenziale impatto sulla vostra azienda

Scoprite i potenziali rimborsi sugli oneri doganali qualora l'USICA diventasse legge*, grazie al nostro Strumento di ricerca tariffe doganali U.S.A. Effettuate ricerche immediate in base all'Harmonized Tariff Schedule (HTS) e fate oggi stesso una stima dell'importo del rimborso retroattivo sugli oneri doganali.

Risorse per America COMPETES

La Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti ha approvato l'America COMPETES Act nel febbraio 2022, come risposta all'USICA del Senato.

Cosa comprende il disegno di legge

In base all'America COMPETES Act, i prodotti appartenenti all'SPG verrebbero rinnovati per un periodo di tempo più breve, fino al 1° gennaio 2024. Il programma MTB verrebbe rinnovato approssimativamente per lo stesso periodo dell'USICA, cioè fino al 31 dicembre 2023.

Una disposizione inclusa solo in questo disegno di legge è l'Importer Security & Fairness Act, che disciplina le spedizioni di valore de minimis e vieterebbe ad alcuni beni, come le merci che non provengono da Paesi con economie di mercato e che si trovano inoltre nella lista degli attenzionati della Rappresentante commerciale degli Stati Uniti (USTR), di usufruire del de minimis. L'attuale valore de minimis negli Stati Uniti è di 800 $, il che significa che si possono importare spedizioni del valore di 800 $ o meno senza pagare oneri doganali, imposte o commissioni.

Va notato che l'America COMPETES Act non contiene disposizioni relative alle tariffe per la Cina di cui alla Sezione 301.

*L'USICA e l'America COMPETES sono attualmente disegni di legge e non hanno ancora valore di legge. Alcuni punti dei disegni di legge possono cambiare e sono possibili degli emendamenti. Le informazioni qui fornite non garantiscono in alcun modo il diritto a rimborsi e su di esse non deve essere fatto eccessivo affidamento. Per determinare il risultato sono necessarie una valutazione adeguata ed un'analisi approfondita.

Strumento di ricerca tariffe doganali U.S.A.

Sezione 301: pratiche commerciali sleali

Che cos'è?

Sezione 301 del Trade Act del 1974 — Consente all'United States Trade Representative (USTR) di sospendere le concessioni di accordi commerciali o di imporre restrizioni all'importazione se determina che un partner commerciale statunitense sta violando gli impegni degli accordi commerciali o intraprende pratiche discriminatorie o irragionevoli che onere o limitare il commercio degli Stati Uniti.

Relazione di baseServizio di ricerca del Congresso — Sezione 301 della legge sul commercio del 1974 — agosto 2020

Aggiornamento: 23 marzo 2022

Sono state ripristinate alcune delle esclusioni dagli oneri doganali della Sezione 301: l'Ufficio della Rappresentante per il commercio degli Stati Uniti (USTR) ha annunciato che avrebbe ripristinato alcune delle esclusioni di prodotti precedentemente scadute (ed estese). Delle 549 esclusioni ammissibili iniziali annunciate nell'ottobre 2021, l'USTR ha ripristinato 352 esclusioni di prodotti, con effetto retroattivo dal 12 ottobre 2021 e prorogate fino al 31 dicembre 2022.

Cosa significa per la vostra azienda: scoprite i potenziali rimborsi dei dazi utilizzando il nostro Strumento di ricerca tariffe doganali U.S.A. Effettuate una ricerca in tempo reale in base all'Harmonized Tariff Schedule (HTS) e verificate la lingua nella sezione "Potenziale della proroga delle esclusioni USTR" per determinare se siete idonei per il recupero retroattivo degli oneri doganali e per la partecipazione su base futura, fino al 31 dicembre 2022.

Aggiornamento: 4 ottobre 2021

Ripristino delle potenziali esclusioni mirate — Facendo seguito all'annuncio della Rappresentante per il commercio degli Stati Uniti (USTR) del 4 ottobre 2021, l'USTR ha avviato un processo di esclusione tariffaria mirata. L'agenzia ha invitato il pubblico a pronunciarsi sull'opportunità di ripristinare le esclusioni prorogate in precedenza. Dalle oltre 2.200 esclusioni concesse, 549 sono state prorogate. La maggior parte era scaduta il 31 dicembre 2020. L'USTR valuterà, caso per caso, l'eventuale ripristino di ogni singola esclusione. In caso di esito positivo, l'USTR ripristinerà le esclusioni retroattivamente a far data dal 12 ottobre 2021 e le pubblicherà nel Registro federale.

 

Sezione 232: problematiche di sicurezza nazionale

Che cos'è?

Sezione 232 del Trade Expansion Act del 1962— Consente al presidente di adeguare le importazioni se il Dipartimento del Commercio rileva che alcuni prodotti sono importati in quantità tali o in circostanze tali da minacciare di compromettere la sicurezza nazionale degli Stati Uniti.

Relazione di baseServizio di ricerca del Congresso — Sezione 232 Indagini: Panoramica e Questioni per il Congresso — Agosto 2020

 

Sezione 201: causa/minaccia per l'industria nazionale

Che cos'è?

Sezione 201 del Trade Act del 1974— Consente al presidente di imporre dazi temporanei e altre misure commerciali se la Commissione per il Commercio Internazionale degli Stati Uniti (ITC) determina un aumento delle importazioni è una causa sostanziale o minaccia di grave pregiudizio per un'industria statunitense.

Relazione di baseServizio di ricerca del Congresso — Sezione 201 del Trade Act del 1974 — Agosto 2018

Strumento Incoterms®

Chi si assume il rischio nella transazione e quando viene trasferito il rischio dall'acquirente al venditore? Rivedi questi termini di spedizione.
Usa la guida


Servizio PARS Tracker/Rapid Lookup

Il Tracker del sistema di revisione pre-arrivo (PARS) consente ai vettori autocarri e a carico parziale che spostano merci dagli Stati Uniti al Canada di cercare un numero PARS, un modo per confermare che C.H. Robinson ha inviato una voce per il rilascio del carico dalla Canada Border Services Agency (CBSA) e che la voce è stata accettato dalla CBSA. Una volta che un ingresso è stato accettato dalla CBSA, il vettore può procedere al confine per l'elaborazione finale e l'attraversamento in Canada.
Cerca un numero PARS


Tracker PAPS

Il Pre-Arrival Processing System (PAPS) Tracker consente ai vettori truckload e LTL che spostano merci dal Canada agli Stati Uniti di cercare un numero PAPS, un modo per confermare che C.H. Robinson ha inviato una voce per il rilascio del carico dalla& frontiera doganale degli Stati Uniti Protezione (CBP) e che la voce è stata accettata dal CBP. Una volta che un ingresso è stato accettato dal CBP, il vettore può procedere al confine per l'elaborazione finale e l'attraversamento negli Stati Uniti.
Cerca un numero PAPS


Moduli e link logistici canadesi

Individua moduli e collegamenti alle risorse che supportano spedizioni, intermediazione doganale e trasporto di superficie in Canada.
Esplora moduli e link


Tasso di cambio canadese

Questo database interattivo consente di visualizzare i tassi di cambio doganali internazionali da e verso il dollaro canadese per l'anno passato. Questo può essere utile per proiettare il costo delle spedizioni da e verso vari paesi.
Cerca un tasso di cambio

Altre & risorse di argomenti commerciali

Elenchi di controllo sulla conformità, webinar on demand e altro ancora da Dogane e Border Protection statunitensi.

Strategie commerciali da considerare

Pesate velocità, costi, funzionalità, rischi e rendimenti per determinare come mantenere il trasporto in avanti.

Avvisi per i clienti delle & tariffe commerciali

Mitigare il rischio tariffario, compensare i dazi e ottenere la tranquillità.

Notizie sulle & tariffe commerciali

Leggi le ultime notizie tariffarie.

Understanding Your Role in Forced Labor Compliance
BLOG

Understanding Your Role in Forced Labor Compliance

giugno 3, 2021 | 6:58 EST
The Direct Impact of the Brexit Deal on Supply Chains
BLOG

The Direct Impact of the Brexit Deal on Supply Chains

gennaio 13, 2021 | 8:00 EST
How your business can take advantage of Section 301 tariff refunds
BLOG

How your business can take advantage of Section 301 tariff refunds

novembre 17, 2020 | 10:47 EST

Domande frequenti sulle & tariffe commerciali

Q: I prodotti il cui ingresso è avvenuto ai sensi della Sezione 321 sull'esenzione de minimis (sotto agli 800 $) sono soggetti ai dazi di cui alla sezione 301?

Al momento no. Le merci che hanno fatto regolarmente ingresso nel Paese ai sensi della Sezione 321 non sono soggette ai dazi di cui alla Sezione 301. Tenete presente che l'ingresso deve essere avvenuto in forma ufficiale se la spedizione comprende merce soggetta a AD/CVD (dazi antidumping e compensatori). Le merci soggette a AD/CVD non rientrano nella Sezione 321. Tenete presente anche quanto segue: all'inizio del settembre 2020 il Customs and Border Protection (CBP) degli U.S.A. ha presentato una proposta all'Ufficio gestione e bilancio che eliminerebbe l'esenzione de minimis per le spedizioni di valore inferiore agli 800 $ se soggette alle tariffe di cui alla Sezione 301. Ricordate, la Sezione 321, titolo 19 del Codice degli Stati Uniti 1321, è la normativa che disciplina il de minimis. Il de minimis prevede l'ingresso di articoli in esenzione di dazi e tasse all'importazione o sulle importazioni, ma il valore standard complessivo al dettaglio degli articoli esenti importati nel Paese di destinazione non deve superare giornalmente gli 800 $ a persona. In precedenza, il limite de minimis ammontava a 200 $, ma tale importo è stato aumentato con l'approvazione del Trade Facilitation and Trade Enforcement Act (TFTEA).

Q: Posso ancora richiedere l'esenzione dalle tariffe di cui alla Sezione 301 (Cina)?

I termini entro i quali presentare nuove richieste di esenzione sono scaduti, ma l'USTR sta prendendo in considerazione i rinnovi delle esenzioni concesse dagli elenchi 1, 2, 3 e 4. Mentre l'USTR ha approvato, in media, il 35% delle richieste nell'ambito delle prime due azioni, i tassi di approvazione per la terza e la quarta azione sono stati rispettivamente del 5% e del 7%.3 Assicuratevi di verificare con i vostri consulenti commerciali di fiducia se vengono riaperti i termini per i commenti.

Q: Se ho pagato i dazi di cui alla Sezione 301 (Cina), ma successivamente il Rappresentante per il commercio degli Stati Uniti (USTR) ne ha approvato l'esenzione, posso ottenere un rimborso?

Sì. Avete la possibilità di recuperare i dazi pagati per gli ingressi di merce avvenuti in precedenza. Il vostro intermediario doganale, avvocato o consulente commerciale può presentare una richiesta di rimborso tramite Post Summary Correction (PSC) o Protesta, purché non sia trascorso il termine di 180 dalla data di liquidazione (circa 480 giorni dalla data del primo ingresso). Ricordate, non è necessario che la vostra azienda sia quella che in prima istanza ha richiesto l'esenzione. Potete beneficiarne purché il vostro prodotto rientri nella descrizione specifica dell'esenzione concessa dall'USTR.

Q: I prodotti utilizzati per sostenere la lotta contro il COVID-19 sono soggetti alle tariffe addizionali di cui alla Sezione 301 (Cina)?

L'USTR ha annunciato il 20 marzo 2020 che, prima dell'epidemia di COVID-19, l'agenzia aveva lavorato con il Dipartimento della Salute e dei Servizi Umani degli Stati Uniti «per garantire che i farmaci critici e altri prodotti medici essenziali non fossero soggetti a tariffe aggiuntive della Sezione 301». Di conseguenza, gli Stati Uniti non avevano imposto tariffe su determinati prodotti critici, come ventilatori, maschere di ossigeno e nebulizzatori. Inoltre, l'USTR ha indicato che, negli ultimi mesi, ha dato priorità alla revisione delle richieste di esclusioni sui prodotti per l'assistenza medica, con conseguente esclusione concessa sulle forniture mediche di base, tra cui guanti, saponi, maschere per il viso, tende chirurgiche e camici da ospedale. Dal marzo 2020, l'USTR ha esentato taluni prodotti medici dalle tariffe della sezione 301 in diversi cicli di esclusioni. 3

Q: Quando devono essere calcolati i dazi sugli ingressi per trasporto immediato che vi sono soggetti ai sensi della Sezione 301?

I dazi sono dovuti sulle merci immesse al consumo, o ritirate dal magazzino con la stessa finalità, alla data di entrata in vigore delle tariffe provvisorie o successivamente. Gli ingressi che rientrano tra quelli per il trasporto immediato, con la Cina come Paese di origine, e che hanno una classificazione HTS (Harmonized Tariff Schedule) di cui all'Allegato A del FRN, sono soggette alle aliquote di dazio in vigore al momento dell'accettazione dell'ingresso per trasporto immediato nel porto di prima importazione, ai sensi del titolo 19 del Codice dei regolamenti federali (CFR) 141.69 lettera b), che stabilisce:

Le merci non soggette ad un contingente quantitativo o tariffario e che fanno parte di un ingresso per trasporto immediato effettuato nel porto di prima importazione, se immesse al consumo nel porto designato dal destinatario o dal suo agente per questa tipologia di ingresso senza essere state prese in custodia dal direttore del porto per disposizione generale ai sensi della sezione 490 del Tariff Act del 1930, e successive modifiche (titolo 19 del Codice degli Stati Uniti 1490), sono soggette alle tariffe in vigore alla data in cui l'ingresso per trasporto immediato è stato accettato nel porto di prima importazione.

Q: Quanto ha incassato il governo degli Stati Uniti dalle varie misure di tutela in ambito commerciale?

Il Customs and Border Protection (CBP) degli U.S.A. determina ed incassa i dazi sulle importazioni negli Stati Uniti, compresi i dazi addizionali imposti a seguito delle azioni del Presidente in ambito tariffario. Al 9 settembre 2020, il CBP degli U.S.A. ha comunicato i seguenti dati relativi ai dazi.

Q: I prodotti di Hong Kong sono soggetti ai dazi addizionali per la Cina di cui alla Sezione 301?

No. I dazi addizionali imposti dal ricorso alla sezione 301 si applicano solo agli articoli che sono prodotti della Repubblica popolare cinese (codice del paese ISO NC). Le merci importate che sono legittimamente il prodotto di Hong Kong (HK) o Macao (MO) non sono soggette ai dazi addizionali della sezione 301. Si prega di notare che i dazi della sezione 301 si basano sul paese di origine e non sul paese di esportazione. 2

Q: Quali sono i diversi tipi di restrizione sulle importazioni che possono essere imposti dal governo?

Tariffe — Una tassa sulle importazioni di merci straniere pagate dall'importatore. Le tariffe ad valorem sono valutate come percentuale del valore dell'importazione (ad esempio, un'imposta del 25% sul valore di un autocarro importato). Le tariffe specifiche sono valutate ad un tasso fisso in base alla quantità di importazione (ad esempio 7,7% per chilogrammo di mandorle importate) e sono più comuni sulle importazioni agricole.

Contingenti — Limitazione del totale ammissibile delle importazioni in base alla quantità o al valore delle merci importate. Sono in vigore contingenti su un numero limitato di importazioni statunitensi, per lo più prodotti agricoli, in parte a causa degli accordi commerciali passati per la loro rimozione e il loro divieto.

Contingente tariffario (TRQ) — I TRQ comportano un regime tariffario a due livelli in cui l'aliquota tariffaria varia a seconda del livello delle importazioni. Al di sotto di un determinato valore o quantità di importazioni, si applica un'aliquota tariffaria inferiore. Una volta raggiunta questa soglia, tutte le importazioni supplementari devono affrontare un'aliquota tariffaria più elevata, talvolta proibitiva.

Q: Il Customs and Border Protection (CBP) degli U.S.A. paga gli interessi quando rimborsa i dazi versati?

Sì! Il CBP paga gli interessi a partire dalla data in cui è stato originariamente versato il denaro. I tassi d'interesse attuali sono pubblicati nel Registro federale su base trimestrale. Consultate l'informativa più recente del Registro federale per conoscere i tassi attuali.

Q: Come faccio a sapere se il mio prodotto è soggetto ai dazi tariffari di cui alla sezione 301?

Inserire la classificazione del programma tariffario armonizzato (HTS) del prodotto sul sito web USTR. Inoltre, è possibile fare riferimento alla nostra guida esclusiva per cercare rapidamente sia le liste tariffarie della Sezione 301, ma anche per identificare se ci sono opportunità di esclusione. Parlate con il vostro esperto Trusted Advisor® presso C.H. Robinson per saperne di più.

Q: I dazi di cui alla Sezione 301 (Cina) si applicano anche se spedisco le merci in un altro Paese, come il Canada o il Messico, e le faccio confezionare in loco prima che vengano commercializzate negli Stati Uniti?

Sì. Modifiche/lavorazioni elementari, come il confezionamento, la pulizia e la cernita, nella maggior parte dei casi non sono sufficienti per modificare il Paese di origine da dichiarare. L'origine rimarrebbe comunque la Cina e pertanto verrebbero applicati i dazi di cui alla Sezione 301.

Q: Si può beneficiare del rimborso sui dazi inclusi nella Sezione 301?

Come indicato nel messaggio CSM 18-000419, i dazi della sezione 301 sono ammissibili alla restituzione del dazio. Ilrimborso è il rimborso di determinati dazi, imposte interne sulle entrate e alcune tasse riscosse all'importazione di beni. Tali restituzioni sono consentite solo dopo l'esportazione o la distruzione di merci sotto la supervisione delle dogane e della protezione delle frontiere statunitensi.

Q: I partner commerciali degli Stati Uniti hanno adottato o proposto contromisure di tipo commerciale?

Sì. Alcuni partner commerciali statunitensi soggetti alle ulteriori restrizioni sulle importazioni statunitensi hanno intrapreso o annunciato ritorsioni proposte contro ciascuna delle tre azioni statunitensi. Dall'aprile 2018 sono state imposte numerose tariffe di ritorsione sui beni statunitensi che rappresentano 126 miliardi di dollari di esportazioni annuali statunitensi, utilizzando i valori delle esportazioni del 2017.

Q: Che cos'è una tariffa?

Le tariffe o i dazi sono imposte valutate sulle importazioni di merci straniere, pagate dall'importatore al governo degli Stati Uniti e riscosse da Customs and Border Protection (CBP) degli Stati Uniti. Le attuali aliquote tariffarie statunitensi si trovano nell'Harmonized Tariff Schedule (HTS) gestito dalla Commissione per il Commercio Internazionale degli Stati Uniti (ITC). La Costituzione degli Stati Uniti concede al Congresso l'unica autorità per regolamentare il commercio estero e quindi imporre tariffe, ma, attraverso varie leggi commerciali, il Congresso ha delegato l'autorità al presidente di modificare le tariffe e altre restrizioni commerciali in determinate circostanze. 1

Riferimenti

1. Servizio di ricerca del Congresso — Azioni tariffarie Trump Administration (sezioni 201, 232 e 301): FAQ

2. Sezione 301 Rimedi commerciali Domande Frequenti

3. Servizio di ricerca del Congresso - Sezione 301: Esclusioni tariffarie sulle importazioni statunitensi dalla Cina

Ottieni soluzioni & tariffarie commerciali da C.H. Robinson

Lasciate che i nostri esperti vi guideranno attraverso il panorama attuale. Inizia con una consulenza gratuita.

Resources

man and woman at a computer discussing supply chain strategy
Case Study

National Tiles migliora l'efficienza della supply chain con risorse in loco | C.H. Robinson

gloabl freight/cargo shipping port
Case Study

Supporto di una linea di prodotti in crescita di Lightweight Containers, Inc. | C.H. Robinson

man and woman consulting over a tablet
Video

Soluzioni logistiche per l'America Latina | C.H. Robinson

Tutti i contenuti e i materiali discussi nel presente documento sono puramente informativi e non costituiscono consulenza legale. Dovrete sempre controllare autonomamente il relativo Codice dei Regolamenti Federali (CFR) e, se necessario, consultare l'Agenzia federale applicabile (ad es. CBP, USTR) e/o il consulente esterno in caso di domande o dubbi. Informazioni su questo sito sono di proprietà di C.H. Robinson. Qualsiasi trasmissione o utilizzo senza l'autorizzazione e l'approvazione di C.H. Robinson non è consentita o autorizzata.