Approfondimenti sulle& tariffe commerciali nordamericane

Rimani aggiornato sulle ultime notizie, approfondimenti, prospettive e risorse dei nostri esperti doganali e di politica commerciale.

Per mettere a disposizione del nostro pubblico globale gli approfondimenti sul mercato nel modo più tempestivo possibile, ci affidiamo alle traduzioni automatiche dall'inglese.

Prospettiva & tariffaria commerciale di questa settimana

20 ottobre 2021 | Anahi Czeszewski Consulente per la politica commerciale

container caricato su una nave oceanica 

Navigazione tra le tariffe della guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina

Il rappresentante commerciale degli Stati Uniti (USTR) ha affermato che l'amministrazione Biden intende condurre una revisione approfondita delle prestazioni della Cina nell'ambito dell'accordo di fase uno come parte della sua visione generale di riallineare la politica commerciale degli Stati Uniti. Inoltre, l'USTR ha avviato un processo mirato di esclusione tariffaria e ha dichiarato che manterrà aperto il potenziale per ulteriori processi di esclusione in futuro.

Cosa significa tutto questo? Continua a leggere per conoscere le imminenti opportunità disponibili di cui devi essere consapevole e potenzialmente agire rapidamente, al fine di trarre vantaggio dalle esclusioni dai dazi doganali della guerra commerciale cinese.

Quali esclusioni dazi esamineranno l'USTR?

L'USTR, come pubblicato nell'avviso del registro federale, intende valutare le 549 esclusione di prodotti specifici, caso per caso, con la possibilità di concedere estensioni. La maggior parte di queste esclusioni di prodotti è scaduta al 31 dicembre 2020.

L'obiettivo principale per il ripristino di ogni esclusione riguarda il fatto che ogni prodotto specifico sia attualmente disponibile solo dalla Cina. I commentatori sono quindi incaricati di affrontare quanto segue:

  • Il prodotto, e/o un prodotto comparabile, è disponibile da fonti negli Stati Uniti e/o in paesi terzi?
  • Ci sono stati cambiamenti nella catena di fornitura globale da settembre 2018, rispetto al prodotto o ad altri sviluppi rilevanti del settore?
  • Ci sono stati sforzi da parte degli importatori o degli acquirenti statunitensi da settembre 2018 per procurarsi il prodotto dagli Stati Uniti o da paesi terzi?
  • Qual è la capacità interna di produzione del prodotto negli Stati Uniti?

Inoltre, l'USTR valuterà se il ripristino dell'esclusione avrà un impatto o comporterà gravi danni economici al commentatore o ad altri interessi degli Stati Uniti, incluso l'impatto sulle piccole imprese, sull'occupazione, sulla produzione manifatturiera e sulle catene di approvvigionamento critiche negli Stati Uniti. È inoltre in esame l'impatto complessivo delle esclusioni sull'obiettivo di ottenere l'eliminazione degli atti, delle politiche e delle pratiche cinesi oggetto dell'indagine della sezione 301.

In che modo questo influisce sulla comunità del commercio di importazione?

Comprendendo che c'è ancora un lavoro significativo da fare sul percorso verso il riallineamento delle relazioni commerciali tra Stati Uniti e Cina, il punto chiave che l'ambasciatore Tai ha fatto è che le misure commerciali attualmente in vigore (i dazi aggiuntivi dal 7,5% al 25%) non sembrano scomparire presto. In effetti, Tai ha affermato che l'obiettivo dell'amministrazione è esplorare tutte le opzioni e i mezzi per continuare a far rispettare una significativa riforma commerciale nel suo percorso futuro.

Esistono approcci che la tua azienda può adottare per navigare nell'ambiente commerciale e comprendere meglio il tuo vero costo di terra. Ad esempio, sii proattivo in questo ambiente commerciale apparentemente in continua evoluzione, utilizzando alcuni dei seguenti strumenti a tua disposizione.

Come faccio a inviare un commento per ripristinare l'esclusione per il mio prodotto o bloccarne uno che potrebbe avere un impatto negativo sulla mia azienda?

Verifica la tua idoneità per le esclusioni di prodotti 549 e comprendi le descrizioni specifiche dei prodotti. Se i tuoi prodotti corrispondono a una di queste esclusioni, il docket pubblico rimarrà aperto per soli cinquanta giorni, quindi assicurati di dedicare tempo sufficiente per raccogliere i dettagli richiesti.

Invia il tuo commento con le motivazioni di supporto necessarie. Puoi aspettarti un alto livello di controllo da parte dell'USTR durante la revisione approfondita, quindi è fondamentale fornire le informazioni richieste entro la scadenza del 1 dicembre 2021. Consultare il proprio avvocato commerciale, se necessario.

In che modo l'Innovation and Competition Act (USICA) degli Stati Uniti può influire sulle esclusioni tariffarie?

L'U.S. Innovation and Competition Act (USICA) è stato approvato al Senato l'8 giugno 2021 e si è fatto strada alla Camera dei Rappresentanti. In particolare, l'USICA affronta le esclusioni dai dazi doganali della sezione 301 per la Cina. Se l'USICA viene approvata dalla Camera e successivamente firmata dal Presidente, può avere un grande impatto sulla comunità del commercio di importazione.

In particolare, tutte le precedenti esclusioni dazi sarebbero state ripristinate dalla data di approvazione della legislazione fino al dicembre 2022. Inoltre, secondo il disegno di legge, le esclusioni dazi specifiche scadute il 31 dicembre 2020 sarebbero state ripristinate retroattivamente tra il 1 gennaio 2021 e la data di passaggio.

Ho diritto a rimborsi di dazi e/o esclusioni dazi?

Secondo USICA, potrebbe esserci la possibilità di riscuotere rimborsi sui dazi precedentemente pagati alle dogane e alla protezione delle frontiere degli Stati Uniti e potresti potenzialmente beneficiare in futuro delle esclusioni dai dazi della Sezione 301.

Comprendendo che circa due terzi dei prodotti cinesi sono attualmente soggetti a dazi aggiuntivi che vanno dal 7,5% al 25% e probabilmente colpiscono la maggior parte della comunità del commercio di importazione, assicuratevi di essere ben posizionati per sfruttare queste possibili esclusioni ripristinate se e quando la legislazione diventa legge. Si prega di notare, tuttavia, che i dazi saranno rimborsati senza interessi.

Come può aiutare C.H. Robinson?

Il team di esperti esperti di Trusted Advisor® di C.H. Robinson può aiutarti a esaminare le opzioni per affrontare efficacemente questi eventi. Contatta uno dei nostri esperti di politica commerciale per saperne di più.

Risorse aggiuntive

Scopri tutte le informazioni di mercato

Rivedi le prospettive recenti

warehouse employees looking at a clipboard with freight boxes

Hai domande relative al commercio o alle tariffe?

Resta aggiornato con le notifiche settimanali via e-mail sul commercio e le tariffe

Grazie per esserti registrato per ricevere gli aggiornamenti commerciali e tariffari di C.H. Robinson. Leggi la nostra informativa sulla privacy globale..

Sezione 301 - Pratiche commerciali sleali

Che cos'è?

Sezione 301 del Trade Act del 1974 — Consente all'United States Trade Representative (USTR) di sospendere le concessioni di accordi commerciali o di imporre restrizioni all'importazione se determina che un partner commerciale statunitense sta violando gli impegni degli accordi commerciali o intraprende pratiche discriminatorie o irragionevoli che onere o limitare il commercio degli Stati Uniti.

Relazione di baseServizio di ricerca del Congresso — Sezione 301 della legge sul commercio del 1974 — agosto 2020

Sezione 232 - Problematiche di sicurezza nazionale

Che cos'è?

Sezione 232 del Trade Expansion Act del 1962— Consente al presidente di adeguare le importazioni se il Dipartimento del Commercio rileva che alcuni prodotti sono importati in quantità tali o in circostanze tali da minacciare di compromettere la sicurezza nazionale degli Stati Uniti.

Relazione di baseServizio di ricerca del Congresso — Sezione 232 Indagini: Panoramica e Questioni per il Congresso — Agosto 2020

Sezione 201 — Causa/minaccia per l'industria nazionale

Che cos'è?

Sezione 201 del Trade Act del 1974— Consente al presidente di imporre dazi temporanei e altre misure commerciali se la Commissione per il Commercio Internazionale degli Stati Uniti (ITC) determina un aumento delle importazioni è una causa sostanziale o minaccia di grave pregiudizio per un'industria statunitense.

Relazione di baseServizio di ricerca del Congresso — Sezione 201 del Trade Act del 1974 — Agosto 2018

Altre & risorse di argomenti commerciali

Elenchi di controllo sulla conformità, webinar on demand e altro ancora da Dogane e Border Protection statunitensi.

Strategie commerciali da considerare

Pesate velocità, costi, funzionalità, rischi e rendimenti per determinare come mantenere il trasporto in avanti.

Avvisi per i clienti delle & tariffe commerciali

Mitigare il rischio tariffario, compensare i dazi e ottenere la tranquillità.

Notizie sulle & tariffe commerciali

Leggi le ultime notizie tariffarie.

Understanding Your Role in Forced Labor Compliance
BLOG

Understanding Your Role in Forced Labor Compliance

giugno 3, 2021 | 6:58 EST
The Direct Impact of the Brexit Deal on Supply Chains
BLOG

The Direct Impact of the Brexit Deal on Supply Chains

gennaio 13, 2021 | 8:00 EST
How your business can take advantage of Section 301 tariff refunds
BLOG

How your business can take advantage of Section 301 tariff refunds

novembre 17, 2020 | 10:47 EST

Domande frequenti sulle & tariffe commerciali

D: Che cos'è una tariffa?

Le tariffe o i dazi sono imposte valutate sulle importazioni di merci straniere, pagate dall'importatore al governo degli Stati Uniti e riscosse da Customs and Border Protection (CBP) degli Stati Uniti. Le attuali aliquote tariffarie statunitensi si trovano nell'Harmonized Tariff Schedule (HTS) gestito dalla Commissione per il Commercio Internazionale degli Stati Uniti (ITC). La Costituzione degli Stati Uniti concede al Congresso l'unica autorità per regolamentare il commercio estero e quindi imporre tariffe, ma, attraverso varie leggi commerciali, il Congresso ha delegato l'autorità al presidente di modificare le tariffe e altre restrizioni commerciali in determinate circostanze. 1

D: Quali sono i vari tipi di restrizioni all'importazione che possono essere imposte dal governo?

Tariffe — Una tassa sulle importazioni di merci straniere pagate dall'importatore. Le tariffe ad valorem sono valutate come percentuale del valore dell'importazione (ad esempio, un'imposta del 25% sul valore di un autocarro importato). Le tariffe specifiche sono valutate ad un tasso fisso in base alla quantità di importazione (ad esempio 7,7% per chilogrammo di mandorle importate) e sono più comuni sulle importazioni agricole.

Contingenti — Limitazione del totale ammissibile delle importazioni in base alla quantità o al valore delle merci importate. Sono in vigore contingenti su un numero limitato di importazioni statunitensi, per lo più prodotti agricoli, in parte a causa degli accordi commerciali passati per la loro rimozione e il loro divieto.

Contingente tariffario (TRQ) — I TRQ comportano un regime tariffario a due livelli in cui l'aliquota tariffaria varia a seconda del livello delle importazioni. Al di sotto di un determinato valore o quantità di importazioni, si applica un'aliquota tariffaria inferiore. Una volta raggiunta questa soglia, tutte le importazioni supplementari devono affrontare un'aliquota tariffaria più elevata, talvolta proibitiva.

D: I partner commerciali statunitensi hanno intrapreso o proposto azioni di ritorsione?

Sì. Alcuni partner commerciali statunitensi soggetti alle ulteriori restrizioni sulle importazioni statunitensi hanno intrapreso o annunciato ritorsioni proposte contro ciascuna delle tre azioni statunitensi. Dall'aprile 2018 sono state imposte numerose tariffe di ritorsione sui beni statunitensi che rappresentano 126 miliardi di dollari di esportazioni annuali statunitensi, utilizzando i valori delle esportazioni del 2017.

D: Quanto ha raccolto il governo degli Stati Uniti dalle varie misure correttive commerciali?

U.S. Customs and Border Protection (CBP) valuta e riscuote i dazi sulle importazioni statunitensi, compresi i dazi addizionali imposti a seguito delle azioni tariffarie del presidente. Al 9 settembre 2020, il CBP degli Stati Uniti ha segnalato le seguenti valutazioni dei dazi.

D: I prodotti di Hong Kong sono soggetti ai dazi addizionali della sezione 301 nei confronti della Cina?

No. I dazi addizionali imposti dal ricorso alla sezione 301 si applicano solo agli articoli che sono prodotti della Repubblica popolare cinese (codice del paese ISO NC). Le merci importate che sono legittimamente il prodotto di Hong Kong (HK) o Macao (MO) non sono soggette ai dazi addizionali della sezione 301. Si prega di notare che i dazi della sezione 301 si basano sul paese di origine e non sul paese di esportazione. 2

D: I dazi della sezione 301 sono ammissibili alla restituzione?

Come indicato nel messaggio CSM 18-000419, i dazi della sezione 301 sono ammissibili alla restituzione del dazio. Ilrimborso è il rimborso di determinati dazi, imposte interne sulle entrate e alcune tasse riscosse all'importazione di beni. Tali restituzioni sono consentite solo dopo l'esportazione o la distruzione di merci sotto la supervisione delle dogane e della protezione delle frontiere statunitensi.

D: Quali sono i tempi di calcolo dei dazi sui trasporti immediati nelle entrate obbligazionarie soggette alla sezione 301?

I dazi sono dovuti sulle merci immesse in consumo o ritirate dal magazzino per il consumo, alla data di entrata in vigore delle tariffe provvisorie o successivamente. Per le voci coperte da una voce per il trasporto immediato e con un paese d'origine della Cina e da una classificazione HTS (Harmonized Tariff Schedule) di cui all'allegato A della FRN, tali voci sono soggette alle aliquote del dazio in vigore al momento dell'accettazione dell'entrata immediata del trasporto nel porto di importazione originaria, ai sensi del 19 CFR 141.69, lettera b), che recita:
Merci che non sono soggette a un contingente quantitativo o tariffario e che sono coperte da una voce per il trasporto immediato effettuata nel porto di importazione originale, se immessa per il consumo nel porto designato dal destinatario o dal suo agente in tale entrata di trasporto senza essere stata presa in custodia da parte del direttore portuale per ordine generale ai sensi della sezione 490, Tariff Act del 1930, come modificato (19 U.S.C. 1490), è soggetto alle tariffe in vigore quando l'entrata immediata del trasporto è stata accettata nel porto di importazione originaria.

D: I prodotti iscritti alla sezione 321 dell'esenzione de minimis (sotto 800 dollari) sono soggetti ai dazi della sezione 301?

No, non adesso. Le merci debitamente vincolate alla sezione 321 non sono soggette ai dazi della sezione 301. Si prega di notare che è necessaria una registrazione formale se una spedizione contiene merce soggetta a AD/CVD. Le merci soggette a AD/CVD non sono ammissibili alla sezione 321. Qualcosa da tenere d'occhio: U.S. Dogane e Border Protection (CBP) ha presentato una proposta all'Ufficio di gestione e bilancio all'inizio di settembre 2020 che eliminerebbe l'esenzione de minimis di 800 dollari per le merci soggette alle tariffe della Sezione 301. Ricordate, la Sezione 321, 19 USC 1321 è lo statuto che descrive de minimis. De minimis prevede l'ammissione di articoli in esenzione da dazi e di qualsiasi imposta imposta o a motivo di importazione, ma il valore complessivo equo al dettaglio nel paese di spedizione di articoli importati da una persona in un giorno ed esentati dal pagamento del dazio non deve superare $800. La soglia de minimis era in precedenza $200, ma è aumentata con il passaggio del Trade Facilitation and Trade Enforcement Act (TFTEA).

D: Posso ancora richiedere le esclusioni alle tariffe della Sezione 301 (Cina)?

La finestra temporale per sottomettere nuove richieste di esclusione è ora chiusa, ma l'USTR sta prendendo in considerazione le estensioni delle esclusioni concesse dagli elenchi 1, 2, 3 e 4. Mentre l'USTR ha approvato, in media, il 35% delle richieste nell'ambito delle prime due azioni, i tassi di approvazione per la terza e la quarta azione sono stati rispettivamente del 5% e del 7%. 3 Assicurati di controllare con i tuoi consulenti commerciali di fiducia per vedere se sono aperti nuovi periodi di commento.

D: I prodotti utilizzati per sostenere la lotta contro il COVID-19 sono soggetti alle tariffe aggiuntive della Sezione 301 (Cina)?

L'USTR ha annunciato il 20 marzo 2020 che, prima dell'epidemia di COVID-19, l'agenzia aveva lavorato con il Dipartimento della Salute e dei Servizi Umani degli Stati Uniti «per garantire che i farmaci critici e altri prodotti medici essenziali non fossero soggetti a tariffe aggiuntive della Sezione 301». Di conseguenza, gli Stati Uniti non avevano imposto tariffe su determinati prodotti critici, come ventilatori, maschere di ossigeno e nebulizzatori. Inoltre, l'USTR ha indicato che, negli ultimi mesi, ha dato priorità alla revisione delle richieste di esclusioni sui prodotti per l'assistenza medica, con conseguente esclusione concessa sulle forniture mediche di base, tra cui guanti, saponi, maschere per il viso, tende chirurgiche e camici da ospedale. Dal marzo 2020, l'USTR ha esentato taluni prodotti medici dalle tariffe della sezione 301 in diversi cicli di esclusioni. 3

D: Come faccio a sapere se il mio prodotto è soggetto ai dazi tariffari della sezione 301?

Inserire la classificazione del programma tariffario armonizzato (HTS) del prodotto sul sito web USTR. Inoltre, è possibile fare riferimento alla nostra guida esclusiva per cercare rapidamente sia le liste tariffarie della Sezione 301, ma anche per identificare se ci sono opportunità di esclusione. Parlate con il vostro esperto Trusted Advisor® presso C.H. Robinson per saperne di più.

D: I dazi della sezione 301 (Cina) si applicano ancora se spedisco merci in un altro paese, come il Canada o il Messico, e li faccio imballare prima di entrare nel commercio degli Stati Uniti?

Sì. Modificazioni/processi di base quali l'imballaggio, la pulizia e la cernita non modificherebbero il paese di origine da dichiarare nella maggior parte dei casi. L'origine sarebbe comunque la Cina e pertanto i dazi della sezione 301 continuerebbero ad applicarsi.

D: Se in precedenza ho pagato i dazi della Sezione 301 (Cina), ma in seguito è stata emessa un'esclusione dal rappresentante commerciale degli Stati Uniti (USTR), posso riavere i miei soldi?

Sì. Hai la possibilità di recuperare potenzialmente i dazi pagati in caso di attività di ingresso precedente. Il broker doganale, il consulente commerciale o il consulente commerciale possono inviare una richiesta di rimborso tramite Post Summary Correction (PSC) o Protest purché la voce non abbia superato la data di liquidazione più il periodo di 180 giorni (circa 480 giorni dalla data di entrata originale). Ricorda, la tua azienda non deve essere quella che ha richiesto l'esclusione in primo luogo. Hai diritto a condizione che il tuo prodotto soddisfi la descrizione specifica dell'esclusione concessa dall'USTR.

D: U.S. Customs and Border Protection (CBP) paga gli interessi quando rimborsi i dazi precedentemente pagati?

Sì! Il CBP paga gli interessi a partire dalla data in cui è stato depositato il denaro originario. I tassi d'interesse attuali sono pubblicati nel registro federale su base trimestrale. Consulta l' avviso più recente del Federal Register per conoscere le tariffe più recenti.

Riferimenti

1. Servizio di ricerca del Congresso — Azioni tariffarie Trump Administration (sezioni 201, 232 e 301): FAQ

2. Sezione 301 Rimedi commerciali Domande Frequenti

3. Servizio di ricerca del Congresso - Sezione 301: Esclusioni tariffarie sulle importazioni statunitensi dalla Cina

Ottieni soluzioni & tariffarie commerciali da C.H. Robinson

Lasciate che i nostri esperti vi guideranno attraverso il panorama attuale. Inizia con una consulenza gratuita.

Resources

man and woman at a computer discussing supply chain strategy
Case Study

National Tiles migliora l'efficienza della supply chain con risorse in loco | C.H. Robinson

import-export cargo | Acme Case Study | C.H. Robinson
Case Study

Come Acme industries ha sviluppato e messo in atto to un programma di conformità doganale import/export negli Stati Uniti | C.H. Robinson

gloabl freight/cargo shipping port
Case Study

Supporto di una linea di prodotti in crescita di Lightweight Containers, Inc. | C.H. Robinson

Tutti i contenuti e i materiali discussi nel presente documento sono puramente informativi e non costituiscono consulenza legale. Dovrete sempre controllare autonomamente il relativo Codice dei Regolamenti Federali (CFR) e, se necessario, consultare l'Agenzia federale applicabile (ad es. CBP, USTR) e/o il consulente esterno in caso di domande o dubbi. Informazioni su questo sito sono di proprietà di C.H. Robinson. Qualsiasi trasmissione o utilizzo senza l'autorizzazione e l'approvazione di C.H. Robinson non è consentita o autorizzata.