Cimice asiatica (BMSB): prepararsi per il periodo di maggior criticità del 2022-23 per la Nuova Zelanda

Brown marmorated stink bug

Rischio e diffusione della BMSB (cimice asiatica)

Mappa che mostra la diffusione della cimice asiatica 

Un rischio di biosicurezza

  • Un parassita potenzialmente molto dannoso che si nutre di più di 300 specie vegetali
  • Spesso, un gran numero di suoi esemplari invade veicoli, case e fabbriche durante l'autunno, in cerca di riparo per l'inverno
  • Quando si sente in pericolo, secerne una sostanza chimica maleodorante che può provocare una sensazione di bruciore al contatto con la pelle
  • Questo odore è un aeroallergene che può causare reazioni allergiche in alcune persone

Affrontare il rischio emergente

  • Le misure stagionali aiutano a contenere i rischi durante il periodo di maggior criticità
  • Le merci considerate a rischio e ad alto rischio prodotte nei Paesi a rischio o da lì spedite via mare tra il 1° settembre 2022 e il 30 aprile 2023 (inclusi), in base a quanto indicato sulla polizza di carico, devono essere sottoposte ad interventi contro la BMSB
  • Tutti i fornitori di trattamenti contro la BMSB nei Paesi a rischio devono essere approvati dal Ministero per le industrie primarie (MPI) della Nuova Zelanda; i dettagli sono disponibili sul sito web dell'MPI
  • Le merci considerate ad alto rischio che devono essere sottoposte a trattamento obbligatorio prima dell'ingresso nel Paese e che vi giungono senza aver subito il prescritto trattamento o il cui trattamento sia stato eseguito da un fornitore non approvato in un Paese a rischio, al loro arrivo verranno destinate all'esportazione

Paesi considerati a rischio

Le misure per la gestione della BMSB si applicano a:

  • Veicoli, macchinari e loro parti, nuovi e usati, (allegato 5) fabbricati in questi Paesi o da lì spediti in Nuova Zelanda
  • Le navi che trasbordano o caricano merci da questi Paesi verranno inoltre sottoposte a controlli più severi relativamente alle merci ivi prodotte o da lì spedite in Nuova Zelanda
  • Container marittimi esportati dall'Italia durante la stagione a rischio

Albania
Andorra
Armenia
Austria
Azerbaigian
Belgio
Bosnia-Erzegovina
Bulgaria
Canada
Croazia
Cechia
Francia
Georgia
Germania
Grecia
Ungheria
Italia
Giappone
Kazakistan

Kosovo
Liechtenstein
Lussemburgo
Repubblica di Macedonia del Nord
Moldavia
Montenegro
Paesi Bassi
Polonia
Portogallo
Romania
Russia
Serbia
Slovacchia
Slovenia
Spagna
Svizzera
Turchia
Ucraina
Stati Uniti d'America


Requisiti specifici

Veicoli, macchinari o parti: richiederanno un trattamento obbligatorio prima dell'ingresso nel Paese

Scaricate un modulo di dichiarazione per queste merci dal sito web dell'MPI.

Tipo di merce: veicoli terrestri

  • Veicoli passeggeri
  • Camion
  • Autobus
  • Roulotte
  • Camper
  • Tricicli
  • Go-kart
  • Motocicli
  • Monopattini
  • Motoslitte
  • Veicoli militari (con ruote)
  • Veicoli anfibi
  • ATV e quad
  • Carrelli elevatori
  • Golf cart
  • Hägglunds
  • Side-by-side
  • Rimorchi, inclusi quelli per il trasporto cavalli
  • Treni e vagoni ferroviari

Tipo di merce: aeromobili e natanti

  • Veicoli anfibi
  • Alianti
  • Elicotteri
  • Mongolfiere
  • Hovercraft
  • Moto d'acqua
  • Barche a motore
  • Aerei
  • Veicoli spaziali
  • Scooter subacquei
  • Rimorchi che vengono esportati su unità da diporto o aeromobili
  • Yacht
  • Dirigibili

Tipo di merce: macchinari

  • Macchinari per la miscelazione del calcestruzzo
  • Macchinari edili e per la costruzione di strade
  • Gru
  • Macchine agricole
  • Carrelli elevatori
  • Macchinari per la raccolta della frutta o mietitrici
  • Macchinari per la lavorazione dei prodotti alimentari utilizzate per la lavorazione di materiali di origine animale o vegetale
  • Compattatori per terreno
  • Generatori
  • Macchinari per la lavorazione dei cereali da interno/esterno
  • Elevatori (incluse piattaforme aeree, ascensori e sollevatori a forbice)
  • Macchinari per la movimentazione e la lavorazione dei tronchi
  • Macchine piantatrici
  • Tosaerba con conducente
  • Seminatrici
  • Macchinari per impianti di risalita o cabinovie
  • Carrelli a portale
  • Macchine cingolate (ruspe, escavatori, trattori)
  • Macchinari militari cingolati
  • Macchinari per gallerie
  • Macchinari per il pompaggio dell'acqua

Tipo di merce: parti di veicoli o di macchine

  • Bracci o strutture
  • Telai
  • Porte e pannelli
  • Motori
  • Sistemi di scarico
  • Pinze, tenaglie, palette e secchi
  • Sedili
  • Sospensioni e gruppi frenanti
  • Cingoli
  • Pneumatici (usati e nuovi)
  • Ruote e cerchioni
  • Ali
  • Cavi o funi

Container marittimi dall'Italia: richiederanno un trattamento obbligatorio prima dell'ingresso nel Paese

Container marittimi dall'Italia

  • I container (ed il loro contenuto) devono essere sottoposti ad un trattamento approvato dall'MPI prima di arrivare in Nuova Zelanda
  • Se i container marittimi provenienti dall'Italia vengono trasbordati in altri Paesi per il reimballaggio o per essere sottoposti ad un trattamento durante il tragitto verso la Nuova Zelanda, l'Italia deve essere indicata come Paese di origine e devono essere forniti i documenti di supporto appropriati
  • Maggiori dettagli sui container in arrivo dall'Italia sono disponibili sul sito dell'MPI

Merci sensibili provenienti dall'Italia: saranno sottoposte a controlli più severi e potrebbero non necessitare di essere sottoposte ad un trattamento

Tipo di merce: merci sensibili

  • Composti agricoli e farmaci veterinari
  • Alimenti destinati al consumo umano (comprese le bevande)
  • Materiali da imballaggio per uso alimentare (come pellicole termiche di plastica)
  • Prodotti freschi
  • Prodotti alimentari congelati
  • Animali vivi
  • Articoli in pelle (abbigliamento e arredamento)
  • Alimenti per animali domestici
  • Prodotti farmaceutici
  • Balle di poliuretano e prodotti schiumogeni
  • Prodotti refrigerati
  • Sementi destinate alla semina
  • Merci di categorie speciali considerate a rischio (chimiche, esplosive, minerali, radioattive o volatili)
  • Tank container
  • Tessuti (compresi i filati)

Orientarsi tra i requisiti relativi al trattamento

Il Ministero per l'industria primaria (MPI) incoraggia l'effettuazione della fumigazione a destinazione.

  • Per le merci considerate a rischio senza dichiarazione del produttore è richiesto il trattamento obbligatorio prima dell'ingresso nel Paese
  • Tutte le merci provenienti dall'Italia e dirette in Nuova Zelanda durante la stagione di rischio devono essere trattate prima del loro ingresso nel Paese
    • Le merci sensibili provenienti dall'Italia potrebbero non necessitare di essere sottoposte a trattamento
  • I carichi container completi (FCL) di merci di seconda mano od usate considerate a rischio devono essere sottoposti a fumigazione obbligatoria prima dell'ingresso nel Paese
  • I contenitori aperti (flat rack o open top) e i carichi break bulk devono essere sottoposti a fumigazione obbligatoria prima dell'ingresso nel Paese
  • Le merci spedite come carichi container parziali (LCL) ad alto rischio provenienti dagli Stati Uniti verranno sottoposte a trattamento prima dell'ingresso nel Paese

Requisiti obbligatori relativi al trattamento

Le opzioni di trattamento includono:

  • Trattamento termico
  • Fumigazione con il bromuro di metile
  • Fumigazione con il fluoruro di solforile

Verificate l'elenco dei fornitori approvati per il trattamento prima dell'ingresso nel Paese.

Dall'Italia

  • Le merci imballate e sottoposte a fumigazione in un container completamente chiuso che fanno parte di un carico container completo (FCL) o per le quali è prevista una tariffa unica (FAK), devono essere trattate e separate dalle merci a rischio non sottoposte a trattamento, quindi caricate e chiuse nel container entro 120 ore e questo non deve essere riaperto prima dell'esportazione a meno che non sia necessario caricare altre merci a tariffa unica, richiudendolo immediatamente
  • Le merci imballate e sottoposte a fumigazione in contenitori aperti o come break bulk e roll-on/roll-off (ro-ro) devono essere spedite entro 120 ore dalla fumigazione

Da altri Paesi considerati a rischio

  • Le merci considerate ad alto rischio imballate e sottoposte a fumigazione in un container completamente chiuso che fanno parte di un carico container completo (FCL) o per le quali è prevista una tariffa unica (FAK), devono essere trattate e separate dalle merci a rischio non sottoposte a trattamento, quindi caricate e chiuse nel container entro 120 ore e questo non deve essere riaperto prima dell'esportazione a meno che non sia necessario caricare altre merci a tariffa unica, richiudendolo immediatamente
  • Le merci imballate e sottoposte a fumigazione in contenitori aperti o come break bulk e ro-ro devono essere spedite entro 120 ore dalla fumigazione
  • Per gli articoli usati possono essere applicate regole di fumigazione specifiche a seconda della tipologia di prodotto

Requisiti di imballaggio

  • Per eseguire un trattamento contro la BMSB efficace, le merci devono essere presentate in modo tale da consentire al calore o al fumigante di raggiungere tutte le superfici esterne ed interne delle stesse che sono accessibili al parassita

Immagine del corretto confezionamento delle merci per la prevenzione contro la BMSB 

  • Se le merci che devono essere trattate sono avvolte in plastica, tale involucro deve essere tagliato o sistemato in modo da consentire un accesso adeguato affinché il fumigante o il calore possano penetrare nelle merci rendendo efficace il trattamento

Primo piano dell'involucro adatto a contrastare la BMSB

  • Deve esserci uno spazio adeguato sia tra la merce stessa che intorno ad essa, all'interno del contenitore imballato, per consentire al trattamento di raggiungere tutte le superfici esterne ed interne della stessa

Limitare al minimo i ritardi quando è necessario effettuare il trattamento

  • Ridurre gli ostacoli utilizzando fornitori autorizzati per effettuare il trattamento prima dell'ingresso nel Paese
  • Fornire documentazione tempestiva ed accurata, incluse tutte le informazioni relative al trattamento
  • Prevedere che i certificati di trattamento verranno controllati per verificarne la conformità
  • Il mancato rispetto delle normative comporterà l'esportazione della spedizione

Testimonianza dei clienti


"Hanno una buona conoscenza dei Paesi da cui importiamo, forniscono aggiornamenti costanti sulle problematiche correnti della supply chain ed offrono valide consulenze su requisiti commerciali, biosicurezza e questioni doganali."
Kubota

Kubota



Collaborate con gli esperti Trusted Advisor® di C.H. Robinson per comprendere i vostri rischi specifici ed i passi successivi da compiere