Cimice asiatica (BMSB): prepararsi per il periodo di maggior criticità del 2022-23 per l'Australia

Brown marmorated stink bug

Rischio e diffusione della BMSB (cimice asiatica)

Mappa che mostra la diffusione della cimice asiatica 

Un rischio di biosicurezza

  • Un parassita potenzialmente molto dannoso che si nutre di più di 300 specie vegetali
  • Spesso, un gran numero di suoi esemplari invade veicoli, case e fabbriche durante l'autunno, in cerca di riparo per l'inverno
  • Quando si sente in pericolo, secerne una sostanza chimica maleodorante che può provocare una sensazione di bruciore al contatto con la pelle
  • Questo odore è un aeroallergene che può causare reazioni allergiche in alcune persone

Affrontare il rischio emergente

  • Le misure stagionali aiutano a contenere i rischi durante il periodo di maggior criticità
  • Le merci considerate a rischio e ad alto rischio prodotte nei Paesi a rischio o da lì spedite via mare tra il 1° settembre 2022 e il 30 aprile 2023 (inclusi), in base a quanto indicato sulla polizza di carico, devono essere sottoposte ad interventi contro la BMSB
  • Tutti i fornitori di trattamenti contro la BMSB nei Paesi a rischio devono essere approvati dal Dipartimento australiano dell'agricoltura, della pesca e delle foreste (DAFF), al fine di effettuare il trattamento sulle merci dirette in Australia; i dettagli sono disponibili sul sito web del DAFF
  • Le merci considerate ad alto rischio spedite come break bulk, inclusi i container open top e flat rack, che arrivano senza essere state sottoposte a trattamento, non potranno essere scaricate e/o al loro arrivo verranno destinate all'esportazione. Lo stesso vale anche quando la merce è stata sottoposta a trattamento da parte di un fornitore non approvato in un Paese a rischio.
  • La merce trasportata per via aerea in arrivo tra il 1° settembre e il 30 novembre 2022 (inclusi) dagli Stati Uniti e dall'Italia, che è compresa nei capitoli 84, 85, 86 e 87, considerati ad alto rischio, potrà venir sottoposta ad un controllo a campione

Paesi considerati a rischio

  • Le merci considerate a rischio e ad alto rischio prodotte in tali Paesi o da lì spedite in Australia devono essere sottoposte alle misure stagionali contro la BMSB
  • Le navi che trasbordano o caricano merci provenienti da questi Paesi sono inoltre sottoposte ad una sorveglianza rafforzata al loro arrivo in Australia

Albania
Andorra
Armenia
Austria
Azerbaigian
Belgio
Bosnia-Erzegovina
Bulgaria
Canada
Croazia
Cechia
Francia
Georgia
Germania
Grecia
Ungheria
Italia
Giappone
Kosovo

Liechtenstein
Lussemburgo
Montenegro
Moldavia
Paesi Bassi
Polonia
Portogallo
Repubblica di Macedonia del Nord
Romania
Russia
Serbia
Slovacchia
Slovenia
Spagna
Svizzera
Turchia
Ucraina
Stati Uniti d'America


Paesi a rischio emergente

I seguenti Paesi sono stati identificati come Paesi a rischio emergente nel periodo di maggior criticità per la BMSB relativo al 2022-23 e, una volta sbarcata, la merce può essere scelta per essere sottoposta ad un controllo a campione: Regno Unito e Cina.

  • Cina: i controlli a campione interessano le merci spedite tra il 1° settembre e il 31 dicembre (inclusi)
  • Regno Unito: i controlli a campione interessano le merci spedite tra il 1° dicembre e il 30 aprile (inclusi)

Requisiti per tipo di merce

Merci considerate ad alto rischio: dovranno essere sottoposte a trattamento


44:
Legno e articoli in legno, carbone di legno
45: Sughero e articoli in sughero
57: Tappeti e altri rivestimenti tessili per pavimenti
68: Articoli in pietra, gesso, cemento, amianto, mica o materiali simili
69: Prodotti ceramici - inclusi i sottocapitoli I e II
70: Vetro e articoli in vetro
72: Ferro e acciaio - inclusi i sottocapitoli I, II, III e IV
73: Articoli in ferro o acciaio
74: Rame e articoli in rame
75:Nichel e articoli in nichel
76: Alluminio e articoli in alluminio
78: Piombo e articoli in piombo
79: Zinco e articoli in zinco
80: Stagno e articoli in stagno
81: Altri metalli comuni, cermet e articoli realizzati con questi materiali
82: Utensili, strumenti, posate, cucchiai e forchette, realizzati con metalli comuni, loro parti realizzate con tali metalli
83: Articoli vari realizzati con metalli comuni
84: Reattori nucleari, caldaie, macchine e apparecchi meccanici e loro parti
85: Macchine ed apparecchiature elettriche e loro parti, apparecchi per la registrazione e la riproduzione del suono, apparecchi per la registrazione delle immagini e del suono e per la loro riproduzione, loro parti e accessori
86: Locomotive o locomotori per ferrovie o tranvie, materiali rotabili e loro parti, materiali fissi per strade ferrate o tranvie e loro parti, apparecchiature meccaniche (comprese quelle elettromeccaniche) di segnalazione del traffico di ogni tipo
87: Veicoli diversi dal materiale rotabile ferroviario o tranviario, e loro parti e accessori
88: Aeromobili, veicoli spaziali e loro parti
89: Navi, imbarcazioni e strutture galleggianti


Tutte le merci considerate a rischio: saranno soggette a maggiori verifiche per mezzo di controlli a campione effettuati dopo lo sbarco


27:
Combustibili minerali, oli minerali e prodotti della loro distillazione, sostanze bituminose, cere minerali
28: Sostanze chimiche inorganiche, composti organici o inorganici di metalli preziosi, di metalli rari, di elementi radioattivi o di isotopi, inclusi i sottocapitoli I, II, III, IV e V
29: Prodotti chimici organici, inclusi i sottocapitoli I, II, III, IV, V, VI, VII, VIII, IX, X, XII e XIII
38: Prodotti chimici vari
39: Materie plastiche e articoli in plastica, compresi i sottocapitoli I e II
40: Gomma e articoli in gomma
48: Carta e cartone, articoli in pasta di cellulosa, in carta o in cartone
49: Libri stampati, giornali, illustrazioni e altri prodotti dell'industria tipografica; manoscritti, dattiloscritti e piante
56: Ovatta, feltro e tessuti non tessuti, filati speciali, spaghi, corde, funi e cavi e articoli realizzati con questi materiali


Tutte le altre merci: dovranno rispettare i requisiti solo se fanno parte di una spedizione imballata all'interno di un container con merci considerate ad alto rischio od a rischio.


Far fronte al rischio di infestazione

Requisiti obbligatori relativi al trattamento: le merci considerate ad alto rischio devono essere trattate per mitigare i rischi derivanti dalle cimici asiatiche.

Opzioni di trattamento

  • Trattamento termico
  • Fumigazione con il bromuro di metile
  • Fumigazione con il fluoruro di solforile
  • Sistema di terze parti che utilizza il fluoruro di solforile

Informazioni sul trattamento

  • Le informazioni sulle opzioni di trattamento sono disponibili sul sito web del DAFF.
  • Verificate l'elenco dei fornitori approvati per effettuare il trattamento prima dell'ingresso nel Paese e dopo lo sbarco della merce.
  • Entro 120 ore dal trattamento le merci devono essere caricate in un container e sigillate o imbarcate su una nave per essere esportate dai Paesi considerati a rischio.
  • Laddove sia possibile fornire prove indicanti che si sia reso necessario posticipare la spedizione delle merci e caricarle su di un'altra nave entro 48 ore dal termine della finestra temporale di 120 ore successive al trattamento, vi preghiamo di contattare [email protected] prima dell'arrivo della nave in Australia.

Orientarsi tra i requisiti relativi al trattamento prima dell'ingresso nel Paese e dopo lo sbarco della merce: trattamento prima dell'ingresso nel Paese

  • Obbligatorio per merci considerate ad alto rischio spedite come break bulk
  • Comprende i container open top e flat rack
  • Le merci considerate ad alto rischio che arrivano senza essere state sottoposte a trattamento non potranno essere scaricate e/o al loro arrivo verranno destinate all'esportazione

Trattamento prima dell'ingresso nel Paese e dopo lo sbarco della merce

  • Le merci considerate ad alto rischio spedite come carico container completo (FCL) in contenitori rigidi chiusi su sei lati possono essere sottoposte a trattamento da parte di fornitori approvati, prima dell'ingresso nel Paese o dopo lo sbarco, a livello di singolo container.
  • Le merci spedite come carichi container parziali (LCL) ed i container per le merci per le quali è prevista una tariffa unica (FAK) saranno gestiti a livello di singolo container prima del deconsolidamento, che verrà consentito solo dopo che il container sarà sottoposto a trattamento prima dell'ingresso nel Paese o dopo lo sbarco.
  • Le merci considerate ad alto rischio che sono state prodotte in un Paese a rischio e vengono trasportate in Australia da uno di tali Paesi, devono essere sottoposte alle misure stagionali ed il trattamento obbligatorio deve essere effettuato sulle merci a livello di singolo container. Non sarà consentito il deconsolidamento prima dell'effettuazione del trattamento.
  • Le merci considerate ad alto rischio prodotte in un Paese a rischio e poi trasportate da uno di tali Paesi ad uno non considerato a rischio, per il deconsolidamento ed il riconsolidamento, e spedite come carichi container parziali (LCL)/container per merci per le quali è prevista una tariffa unica (FAK) dal Paese non considerato a rischio all'Australia, devono essere sottoposte alle misure stagionali. Il trattamento obbligatorio deve essere effettuato sulle merci a livello di singolo container. Non sarà consentito il deconsolidamento prima dell'effettuazione del trattamento.

Requisiti di imballaggio

  • Per eseguire un trattamento contro la BMSB efficace, le merci devono essere presentate in modo tale da consentire al calore o al fumigante di raggiungere tutte le superfici esterne ed interne delle stesse che sono accessibili al parassita

Immagine del corretto confezionamento delle merci per la prevenzione contro la BMSB 

  • Se le merci che devono essere trattate sono avvolte in plastica, tale involucro deve essere tagliato o sistemato in modo da consentire un accesso adeguato affinché il fumigante o il calore possano penetrare nelle merci rendendo efficace il trattamento

Primo piano dell'involucro adatto a contrastare la BMSB

 

Limitare al minimo i ritardi quando è necessario effettuare il trattamento

  • Potenziali ritardi all'arrivo dovuti alla mancanza di risorse per effettuare il trattamento dopo lo sbarco della merce
  • Ridurre gli ostacoli utilizzando fornitori autorizzati per effettuare il trattamento prima dell'ingresso nel Paese
  • Fornire documentazione tempestiva ed accurata, incluse tutte le informazioni relative al trattamento
  • Prevedere che i certificati di trattamento verranno controllati per verificarne la conformità
  • Il mancato rispetto delle normative comporterà l'esportazione della spedizione


Testimonianza dei clienti


"Hanno una buona conoscenza dei Paesi da cui importiamo, forniscono aggiornamenti costanti sulle problematiche correnti della supply chain ed offrono valide consulenze su requisiti commerciali, biosicurezza e questioni doganali."
Kubota

Kubota



Collaborate con gli esperti Trusted Advisor® di C.H. Robinson per comprendere i vostri rischi specifici ed i passi successivi da compiere